Vai in Risorgimento, sotto-sezione di Download.
Ci sono molti nuovi file da scaricare. Per es. Nello Rosselli e Antonio Gramsci
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!!. Cercate!!! Scarica!
Toggle Bar

27 – Quanne Maria lavava
Recitata da La Sala Grazia. Il componimento si può dividere in due parti: la prima composta da 8 versi endecasillabi più o meno regolari, che hanno un impianto narrativo; la seconda formata da 26 versi legati tra loro dalla rima per lo più baciata.


Brano eseguito da Marialuigia Martino
accompagnata dal coro
Laudate Dominum diretto da
Michelangelo Martino


Brano eseguito da Festa, Farina e Folk

Spartito di "Quanne Maria lavava"
Spartito di "Quanne Maria lavava"

Quanne Maria lavava                                                                                                              (ter) li pannuline
senza sapone e senza                                                                                                            (ter) ‘nsapunate
cchjù ghjanche della neve                                                                                                      (ter) li faceva meni’
Sope nu rame de fiore                                                                                                             (ter) li spanneva
sope 'na muntagnola                                                                                                               (ter) li chjecava
inte 'na cascetella                                                                                                                    (ter) li metteva
cu' 'na chiavuccia d'ore                                                                                                           (ter) li chiudeva
cu' n'aveta d'argente                                                                                                               (ter) li iapreva
Maria lavava
Geseppe spanneva
lu figghje chjagneva
lu latte vuleva.
E citte, mio figlje,
e mo' te vegne a pigghje
te degne 'na stizza
e te torna a cuca'.
Lu lette de rose
Maria reposa
e lu lettine
scallate fine
e li lenzola
de vasenecola
e lu 'ntravarche
'ndurate d'ore
e lu cuscine
de rosa marina
e iannete coca
Gesù Bambine
e inte lu lette
ce truve lu core
iaveza l'occhje
ianema bella
sope li stelle
ce adora Gesù.
Quando Maria lavava. Quando Maria lavava i pannolini senza sapone e senza insaponare più bianchi della neve li faceva venire. Sopra un ramo di fiori li stendeva sopra una montagnola li piegava dentro una cassetta li metteva con una piccola chiave d'oro li chiudeva con un'altra d'argento li metteva fuori. Maria lavava Giuseppe stendeva il figlio piangeva il latte voleva. E zitto, rnio figlio, ora ti vengo a prendere ti do una goccia di latte e ti torno a caricare. Il letto di rose Maria si riposa e il lettino riscaldato bene e le lenzuola che odorano di basilico e il paraletto indorato d'oro e il cuscino di rosa marina e vieni a coricarti Gesù Bambino e dentro il letto ci trovi il cuore alza gli occhi anima bella sopra le stelle si adora Gesù.