Vai su Angelo Mazzoleni, sotto-sezione di Download >> Risorgimento.
Ci sono molti nuovi file da scaricare.
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!!. Cercate!!! Download
Toggle Bar

Da Qualesammarco n. 1 del 1988
S. Marco: un territorio da amare, studiare e ... utilizzare

La Redazione di Qualesammarco
La Redazione di Qualesammarco
Tre progetti a favore del territorio - Previsto anche un centro documentazione per l'ecologia locale - Occorre che tutti i cittadini di S. Marco partecipino a questa grande occasione.
Due giovani
Due giovani
Adibita a culto religioso, è assurta agli onori delle cronache fin dal 1804, data in cui ritroviamo una sua descrizione particolareggiata in Fisica Appula di Manicone.
Il progetto finanziato prevede la pulizia e la sistemazione della cavità; il suo studio da parte di una équipe di tecnici e professori, fra cui oltre agli speleologi del nostro gruppo, figurano il prof. Paolo Forti dell”unica cattedra di Speleologia esistente in Italia, quella di Bologna, il prof. Giorgio Nebbia e il prof. Andrea Bissanti, rispettivamente di Merceologia e Geografia dell'Università di Bari, con la collaborazione della Federazione Speleologica Pugliese; e infine, l'attrazione alla didattica della grotta, cioè alla visita finalizzata alla conoscenza del fenomeno carsico.
Il secondo progetto, in fase di realizzazione, è “ll Parco delle chiancate”. Si tratta di trasformare una zona di grande interesse carsico, (quella zona “pietrosa” ricchissima di doline che si incontra subito dopo la zona alberata della Difesa sulla strada per Cagnano Varano, che attualmente vede i suoi inghiottitoi, famoso è quello di Palapalla, ridotti a discariche e le sue doline a pattumiere per i gitanti domenicali, in una zona vigilata, pulita, curata in cui verranno tracciati sentieri pedonali per amatori di trekking, verranno recuperate strutture tipiche garganiche in abbandono, pagliari, masserie e piscine, e si curerà il reintegro della flora e della fauna endemici tipici; il tutto in collaborazione con il prof. F. Tassi.
Il terzo, e forse il più ambizioso dei progetti, riguarda la costruzione di una struttura che sia una foresteria o ostello per la gioventù, destinato ad accogliere un turismo giovane scolastico ed escursionistico, e contemporaneamente un centro documentazione, per il carsismo in particolare, ma ecologico in generale, in cui possano trovare posto una biblioteca specializzata, una sala per convegni e tutta una serie di strutture e sussidi atti ad avvicinare i giovani alla Speleologia, e tutti comunque all'ambiente.
Gli ultimi due progetti in particolare vedono impegnati per la loro realizzazione gli amministratori di San Marco, ma tutti e tre indistintamente hanno bisogno della collaborazione e l'appoggio di tutti i sammarchesi, poiché il territorio appartiene innanzitutto a chi lo abita. Egli ha si il diritto di goderselo, ma ha anche il sacrosanto dovere di proteggerlo per non doversi ritrovare poi a vivere, o meglio a sopravvivere, in un territorio brullo, inquinato e impoverito che farebbe vergognare i nostri nonni e morire i nostri nipoti.
Rosaria Capozzi
Diego Caiazzo