Vai in Nord-Sud, sotto-sezione di Download ed in Giuseppe Prezzolini.
Ci sono molti nuovi file da scaricare.
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!!. Cercate!!! Scarica!
Toggle Bar

[...] I Tratturi della Transumanza rientrano tra le varie proposte ufficiali dell’Italia per farli inserire nel patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Rovine della città romana di Sepino - Strada sulla quale passavano anticamente gli animali della Transumanza.
Rovine della città romana di Sepino - Strada sulla quale passavano anticamente gli animali della Transumanza.
Dal 1/06/2006 è attiva la candidatura di 'La transumanza: i Regi Tratturi' (The Transhumance: The Royal Shepherd's Track) a Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, presentata dal Ministero per L'Ambiente con le regioni Abruzzo, Molise, Campania e Puglia. Si è avuto l’inserimento nella Tentative List con il Ref. n 5005 e i criteri: ii, iii, x. Il 26 giugno 2009 a Campobasso, in occasione della conclusione del progetto europeo 'La Maratona della Transumanza', è stata decisa la candidatura di un nuovo progetto transnazionale su 'Tratturi e Civiltà della Transumanza', il cui iter si prevede possa concludersi nel 2013.
'La rete dei tratturi regi della transumanza interessano vaste aree nel sud d'Italia e attraversano la regione di Abruzzo, Molise, Campania e Puglia. Le vie della transumanza costituiscono il pascolo del Gran Sasso e della Maiella fino alla Capitanata (Foggia). Essi passano attraverso la parte interna degli Appennini che si formano da un terreno estremamente variegata, tra montagne e pianure. C'è anche una zona archeologica a Sepino in Molise. Ci sono tracce dei pastori lungo i percorsi attraversati dalle greggi per gli spostamenti stagionali legati alla transumanza. La transumanza è un tipo di pascolo in base al movimento stagionale delle mandrie tra le diverse regioni con clima diverso. Quando la pianura diventa arida a causa del caldo, greggi e pastori passano alla montagna in primavera e tornano verso la pianura in autunno. Questi antichi fenomeni possono essere rintracciati in Spagna, Francia, Svizzera, Germania e altri paesi, in Italia, la transumanza presenta la sua espressione più evoluta in Abruzzo, Molise, Puglia, Campania e Basilicata.
La rete delle piste dei pastori, risalire fino al periodo pre-romano, è stato ulteriormente sviluppato dai Romani e collegati alla rete di vie consolari rendendo così la transumanza una stabile attività economica organizzata e protetta. Grazie alla Aragonesi, la transumanza è diventata il settore trainante dell'economia, per quanto Alfonso I d'Aragona (1442-1458) ha istituito un ufficio per la gestione e lo chiamò regiae Dohanae Menae pecudum Apuliae. Lungo la rete di sentieri dei pastori vi sono numerosi insediamenti. Le piste sono lunghi percorsi verdi di erba e sono presenti molti insediamenti, santuari, taverne, ecc. La città di Saepinum (Sepino), sorge lungo una delle principali traccia pastore del Molise'.