Non sei connesso. La newsletter potrebbe includere alcune informazioni sull'utente, quindi potrebbero non essere visualizzate correttamente.

Newsletter n. 12

Newsletter n. 12
www.garganoverde.it

www.garganoverde.it

Ho conosciuto finalmente Luigi Miceli, Vincenzo Carbonelli, Domenico e Raffaele Mauro, Cesare Sprovieri, i fratelli Bronzetti! Devo ringraziare Domenico Quirico ed il suo libro Generali. Controstoria dei vertici militari che fecero e disfecero l'Italia, Oscar Mondadori 2007. Ho letto (ed annotato) il capitolo dedicato ai Garibaldini (nei fatti una buona biografia di Nino Bixio e Giuseppe Sirtori).

Il libro è scritto molto bene. Il link è https://www.garganoverde.it/storia/giuseppe-garibaldi.html?view=simplefilemanager&id=998

Una piccola citazione dal capitolo pubblicato:

[…]

 [Scrive Nino Bixio, nel 1860, a proposito del Meridione ...] Che paesi! Si potrebbe chiamarli veri porcili! Se io dovessi vivere in queste regioni preferirei di bruciarmi la testa … ti assicuro che nelle province meridionali si darebbe lavoro a metà della popolazione facendo spazzar le strade o quelle che qui chiamano strade. Prima che questi paesi giungano allo stato di civiltà in cui siamo noi abbisognano anni e lunghi anni … i briganti sono la sola gente animosa ma con l'anima della fiera coi deboli e con gli inermi. Questo insomma è un paese che bisognerebbe distruggere o almeno spopolare e mandarli in Africa a farsi civili! [...].

[...] Con i siciliani tutto era andato storto fin dai primi giorni. A Palermo, davanti a Bixio che chiedeva a gran voce “chi comanda qui?”, con un certo coraggio si era presentato un giovanotto avvolto in un mantello rosso da rivoluzionario d'opera: “Comando io che sono il generale La Masa”. Non aveva finito di parlare che al rivoluzionario siciliano arrivò in piena faccia una scudisciata e una frase “altro che generale La Masa! Lei è il generale La Merda!”. Si rischiò una mischia generale tra liberatori e liberati. […]

Ho reso pubblico anche un file tratto da Aristide Calani, Il Parlamento del Regno d’Italia, Vol. I e II, Milano 1860, contenente cenni biografici su Giuseppe Garibaldi, Nino Bixio e Urbano Rattazzi. (https://www.garganoverde.it/storia/risorgimento/giuseppe-garibaldi.html?view=simplefilemanager&id=999)

Su questo scrittore non ho trovato, per il momento, assolutamente nulla sul web. Egli potrebbe scrivere meglio (siamo nel 1860. Alessandro Manzoni, all'epoca vivente, aveva iniziato a pubblicare I promessi Sposi nel 1827!), ma è comprensibile.

Ho creato un profilo autonomo di Giuseppe Garibaldi, in Download >> Storia >> Risorgimento (https://www.garganoverde.it/.../giuseppe-garibaldi.html).

Le illustrazioni (cliccaci sopra per avere un ingrandimento!) sono tratte da degli Albums, creati dalla Società promotrice di belle arti (www.promotricebellearti.org), che ne pubblicava uno l'anno. Io ho inserito le illustrazioni del 1860 e 1861. Considera che la spedizione garibaldina dei Mille è partita da Quarto nella notte tra il 5 e 6 maggio 1860 ed è durata fino al gennaio 1861. Il 9 novembre 1860 Giuseppe Garibaldi si imbarcava per Caprera. Il 2 giugno del 1861 S. Marco in Lamis, sul Gargano, veniva invasa e occupata dai Briganti (https://www.garganoverde.it/il-colera-del-1837/presentazione-di-p-soccio.html).

 

 

‍‍‍‍Annulla iscrizione