Ex-Voto della malavita

Ex-voto della malavita

Ex-voto della malavita

De Blasio, La malavita a Napoli: ricerche di sociologia criminale, Napoli, Stab. tip. G. M. Priore editore, 1905

[...] Le tavolette votive furono dette ex voto perchè nel maggior numero dei casi portavano tale scritta o semplicemente le iniziali V. S. (votum solvi), il che, voleva dire che il donatore liberavasi dalla promessa fatta in un estremo pericolo di render pubblico un beneficio ricevuto dagli Dei.
I quadri votivi si sospendevano nei templi che godevano maggior fama e coperto ne dovea essere quello di Delfo, tanto che Falaride nell’Epistola 84 scrisse: Delphici tripodes et coronae, aliaqae multa et pretiosa munera pro actione gratiarum, ob recuperatam salutem.

Categoria Libri
Dimensione 338.36Kb
Accesso Chiunque può visualizzare questo file.