Da un po' di settimane, in genere, sto caricando i file da scaricare nella cartella dedicata all' Astrolabio (http://www.garganoverde.it/storia/l-astrolabio.html) e ad Ernesto Rossi (http://www.garganoverde.it/storia/ernesto-rossi.html) in Download
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!!. Cercate!!! Download
Toggle Bar

1967

1967-Lo scandalo del Banco di Sicilia

1967-Lo scandalo del Banco di Sicilia

Giuseppe Loteta. L'Astrolabio, nn. 38-41.42-45 del 1967
[...] Salvo Lima, ex sindaco di Palermo è ora sottosegretario alle Finanze nel governo Andreotti. Vito Ciancimino, uomo di Gioia, anch'egli ex sindaco di Palermo, e numerosi altri degni compari sono stati rinviati a giudizio per interesse privato in atto d'uffìcio. I cinquanta imputati sono accusati di avere assunto impiegati senza concorso, ma premiando i migliori galoppini della loro clientela, “di aver dato incarichi per la progettazione di strade (come la litoranea Mondello-Sferracavallo). non conformi al!a procedura prevista. Tra gli imputati prendiamo a caso, oltre ai citati Lima e Ciancimino, i seguenti: Di Liberto, che fu sindaco di Palermo alla caduta di Lima, Ernesto Di Fresco, ex assessore alle tasse che abbassava l'imponibile fiscale in cambio dei voti, Nino Muccioli, DC, segretario provinciale della Cisl, deputato all'assemblea regionale, che dal 1957 al 1960 ebbe dal Banco dì Sicilia una retribuzione mensile per “consulenza in materia di sviluppo demografico, manodopera, statistica”; Casimiro Vicini, già incriminato per peculato. PSDI, che nel 1956 Gioia fece assessore alle tasse, il che gli consentì di essere eletto deputato, l'on. Paolo Tocco Verducci, DC, commissario straordinario a vita dell'ospedale psichiatrico di Palermo (da qui scacciò due studenti che “pretendevano” di fotografare il manicomio lager), una specie di Diletta Pagliuca in parlamento, che insieme a Lima e Gioia ha avuto il controllo del tesseramento nella maggior parte delle sezioni DC in Sicilia.
Come si vede dai pochi cenni biografici, si tratta di un processone che finirà nel nulla come tutti i processi contro i boss della vecchia e nuova mafia. Qualcuno ha pensato di scrivere un libro e di intitolarlo Dei peculati e delle assoluzioni, ma noi pensiamo che sarebbe troppo monotono. Tanto per cominciare, per esempio, Salvo Lima è stato “stralciato” dall'istruttoria in attesa dell'autorizzazione a procedere da parte del parlamento. (Da Lotta Continua del 2 agosto 1972).

Data creazione Sabato, 03 Aprile 2021
Categoria 1967
Dimensione 504.77Kb
MD5 6926561f46b9b626a94d56ff1aa1040e
Accesso Chiunque può visualizzare questo file.