Cetto La Qualunque
Cetto La Qualunque
Come voi purtoppo sapete, dalle nostre parti c'è una siccità crudele, ma io mi rifaccio al vecchio proverbio di saggezza popolare: "non piove, governo ladro".
Ma quando avrete cacciato i comunisti, responsabili di questo disastro, il MIO Comune avrà acqua a volontà. Assieme al manipolo di validissimi giovani, mai compromessi col passato, dotati di onestà, di capacità, di grande generosità e di amore per la nostra Gente, ho preparato, IO PERSONALMENTE, e Antonio mi spuntava le matite, un piano di fattività per risolvere alla fontana il problema.
Questo programma è il più aderente ai bisogni della nostra Collettività. Io ne sono rimasto entusiasta e, pertanto, T'invito a leggerlo attentamente. Non è il libro dei sogni, fatto di astrattezze e di cose irrealizzabili. Esso, infatti, parla del Prg, dello sviluppo turistico di Borgo Celano, della metanizzazione, del Parco Nazionale del Gargano di cui siamo parte, del turismo ambientale e religioso, della difesa del nostro Ospedale e delle nostre Istituzioni Scolastiche, del rilancio del nostro glorioso artigianato, della particolare attenzione al commercio locale e ai problemi dell'agricoltura, dell'assistenza agli anziani bisognosi e della ricerca della soluzione della disoccupazione soprattutto giovanile.
Dallo skizzo sottostante potete vedere che noi, in fatto di aqua, saremo autosufficienti per sempre. E non è neanche vero, come ha detto un comunista al comizio, che voi avete il più bel cimitero d'Italia anzi del mondo. Noi lo alla(r)gheremo e ne faremo un altro nel PNG (Parco Nazionale del Gargano), dove lavoreranno i VOSTRI figli, ed i figli dei figli dei figli in secula seculorum. Grattatevi l'orecchio o qualche altra parte del corpo e dite amen, altrimenti don Bruno si arrabbia.
Il mio progetto avrà anche una ricaduta in termini turistici. Potrete vendere canotti, caro manipolo di miei indefessi concittadini di montagna. Motori fuoribordo per i concittadini malati che non possono (o vogliono) remare, pinne, fucili ed occhiali. Salvagente a papera per i concittadini disgraziati che non hanno voluto imparare a nuotare.
Costruirete palafitte, sulle quali ci saranno delle fabbriche di "zighete e bù" che voi esporterete in Africa. Faremo domande per ottenere finanziamenti al 100% della Cee per costruire cantieri navali. Antonio mi ha promesso che comprerà il primo transatlantico che voi varerete, per utilizzarlo in una crociera di lusso contro i Comunisti, che non dormono mai e si trovano in apnea nella Villa Comunale.
Naturalmente, quando il mio progetto diventerà esecutivo (Antonio mi ha promesso 25.000 miliardi), non avrete più bisogno di andare a lavorare nei campi.
Ci andrò IO, e qui lo prometto solennemente, se i Comunisti che mangiano i bambini dovessero vincere.