Indice

Ittiturismo D. L. 18 maggio 2001 n. 226 "Orientamento e modernizzazione del settore della pesca e dell'acquacoltura, a norma dell'articolo 7 della legge 5 marzo 2001 n. 57"
Consiste nell'offerta di alloggio e nella somministrazione di pasti da parte di pescatori professionisti attraverso l'utilizzo delle proprie abitazioni o di costruzioni presenti nei borghi marinari. Alla ricettività e alla ristorazione si aggiungono: attività tipiche delpescaturismo, l'apertura di botteghe dove è possibile acquistare i prodotti locali preparati artigianalmente, piccoli musei della pesca.
L'intento è quello di permettere ai pescatori, in analogia con quanto avviene con l'agriturismo per gli agricoltori, di poter aumentare il proprio reddito per mezzo di entrate derivanti da attività complementari a quelle della pesca.
Su questo tipo di attività la legge, tuttavia, è carente in quanto mancano i regolamenti attuativi. Poco chiare sono allora le regole di comportamento in relazione al trattamento fiscale dei servizi, alle necessarie autorizzazioni amministrative ed agli adempimenti previdenziali. Il D. Lgs 226/01 ha apportato, comunque, due importanti novità: a) equiparazione dell'attività di pesca con l'attività agrituristica; b) nuove norme sulla figura dell'Imprenditore Ittico, che ne ampliano il campo di attività.

La peschiera Pontis dello Stagno di Cabras
E' una peschiera condotta con le tecniche tradizionali, consistenti nell'utilizzo della cannuccia per la delimitazione delle camere. La Peschiera Pontis è formata dalle camere nelle quali è catturato il pesce e da fabbricati.
Camere
Costituite da piccole parti di stagno delimitate da una barriera che lascia passare l'acqua, ma non i pesci. Le barriere classiche erano fatte da cannuccia, quelle moderne sono date da reti o grate in ferro. Si dividono in due tipologie:

  1. Camere di cattura del pesce
    I pesci nuotano contro corrente; quando c'è la bassa marea, essi risalgono la corrente e, dal mare, vanno nello stagno. Vengono allora sollevate delle barriere particolari e il pesce entra nelle camere dalle quali non potrà più tornare in libertà perché, appena entrato, si richiudono le barriere che prima erano state aperte.
  2. Camera della morte
    Dalle camere di cattura i pesci possono andare solo in quella della morte, che è una vasca dalla quale essi sono prelevati per essere venduti o trasformati.

Fabbricati
Un tempo utilizzati come magazzino, come centro direzionale e di sorveglianza, come punto vendita. Una parte di questi locali è stata trasformata in ristorante dove verrà servito il pesce pescato nello stagno di Cabras.

Ittiturismo nel piano di sviluppo economico del Comune di Cabras
Il Piano di Sviluppo del Comune di Cabras è articolato su tre poli: il polo storico-archeologico, quello naturalistico-ambientale e quello enogastronomico e dell'artigianato tipico.
Il polo enogastronomico e dell'artigianato tipico è costruito attorno ad una serie di aziende che offrono vari prodotti: vini, ottenuti dai vitigni Vernaccia, Cannonau, Fermentino, Barrile, Nieddera ed altri; formaggi di vacca e di pecora; conserve ittiche, tra le quali la bottarga di muggini, ma anche anguille, orate, muggini e spigole affumicate. La Peschiera Pontis, con l'ittiturismo e le altre attività ad essa collegate (pesca, vendita diretta, trasformazione del pescato), costituisce una parte integrante e trainante del piano.
La decisione di procedere ad una gestione meritoria e complessiva delle acque delle peschiere ha consentito di promuovere azioni di sistema. Esse riguardano il recupero di tecniche tradizionali, rispettose dell'ambiente con processi  e materiali non inquinanti, il recupero di tradizioni culinarie con l'ittiturismo, l'uso della innovazione tecnologica ed economie di scala con le strutture di trasformazione, la promozione della cultura locale, ecc.