Indice

La copertina ciclostilata di Granum Sinapis del 1945
La copertina ciclostilata di Granum Sinapis del 1945
Con questo numero GRANUM SINAPIS presenta il devoto omaggio dei giovani Chierici francescani di Puglia alla memoria del P. Lorenzo De Martinis.
Come trascurarne il grato ricordo?
La sua vita fu pratica attuazione dell’”ora et labora" ed anche GRANUM SINAPIS sentì il beneficio di questa sua indefessa attività, perché col suo vivo interesse ed entusiasmo spronava noi giovani a dare ad esso le migliori energie.
Più che un dovere, perciò, è un bisogno dell’animo se si sente forte la necessità di parlar di Lui, per quel tributo di gratitudine che si deve a chi del bene ha fatto la sua norma e questo bene ha diffuso con generosità e virtù.
Ricordiamo il P. Lorenzo, artefice della nostra educazione intellettuale e spirituale, come può ricordarsi una fonte viva che ha dissetato giovani intelligenze, assetate di sapienza e d’amore.
Ben poca cosa questa espressione filiale, per l’opera grande ch'Egli attuò in mezzo a noi; ma, omaggio più bello sarà a Lui dato dall’”Altissimo Signore”.
La Redazione

Il P.

Padre Lorenzo De Martinis
Padre Lorenzo De Martinis
Lorenzo De Martinis era nato il 21 febbraio del 1911. Carattere mite, riflessivo, di una serietà ch’era bontà e comprensione insieme, riusciva facilmente a guadagnarsi la simpatia di quanti lo avvicinavano.
Vestiva l’abito serafico nel nostro convento di Biccari nel novembre del 1927 e l’anno seguente emetteva i voti temporanei.
Compiva successivamente gli studi letterari e filosofici nei conventi di S. Matteo in S. Marco in Lamis e di S. Maria delle Grazie in Manfredonia, dove ebbe ad innammorarsi di quella cultura letteraria e scientifica che tanto doveva appassionarlo negli anni del suo insegnamento.
A Manfredonia nel febbraio del 1952 emetteva i voti solenni.
Più tardi, nel nostro convento di S. Maria dei Martiri in Molfetta si applicava con coscienza ed amore allo studio teologico che doveva completare la sua formazione religiosa con la formazione della coscienza sacerdotale.
Illustrazione di Granum Sinapis
Illustrazione di Granum Sinapis
Ordinato il 25 luglio del 1936, nell’anno seguente l’ubbidienza gli affidava l'insegnamento delle lettere greche nel nostro Liceo.
A Biccari prima e a S. Matteo dopo scrupolosamente espletò il suo ufficio, umilmente di esso fece il suo apostolato, gioiosamente e francescanamente di esso serbò per sé le spine e diede il fiore ai giovani che l’ascoltavano.
E questo per ben sette anni, ogni giorno, sempre più sollecito ed ilare, sino al 24 marzo scorso. Sorella morte lo coglieva nel pomeriggio del 5 aprile, mentre ritornava al suo convento.
Sorella morte giungeva in silenzio e con un tratto brusco troncava i suoi anni, senza dargli il tempo di emettere un lamento.
Così, silenziosamente come aveva vissuto ed operato, P. Lorenzo era chiamato davanti a Dio, dove si presentava con la serenità negli occhi, con il breviario tra le mani e con la preghiera sul labbro.
Fr. Umberto Ingrosso