Salvatore Tomaiuolo nasce a Monte Sant'Angelo (FG) il 2 novembre 1913. Muore nel 1998 all'età di 85 anni.
Iscrizione: Ex militare Palumbo Francesco fu Salvatore classe 1918 di Montesant’Angelo investito a Roma in via Aurelio (sic) 3 aprile 1943 per grazia ricevuto da S. Matteo e da S. Michele - Descrizione: La scena si svolge a Roma. Sulla strada, fiancheggiata da viali alberati e palazzi sontuosi, una carretta militare viene urtata sulla fiancata destra da un grosso torpedone blu, proprio mentre un altro torpedone rosso è appena passato proveniente dalla direzione opposta. Il conducente della carretta giace sotto la ruota del torpedone tutto insanguinato mentre dai finestrini del grosso automezzo i passeggeri guardano terrorizzati. Sulla fiancata del carretto, dipinta di verde, si legge Carretta 13° Fanteria. In alto a destra le apparizioni di San Matteo e di San Michele.
Iscrizione: Ex militare Palumbo Francesco fu Salvatore classe 1918 di Montesant’Angelo investito a Roma in via Aurelio (sic) 3 aprile 1943 per grazia ricevuto da S. Matteo e da S. Michele - Descrizione: La scena si svolge a Roma. Sulla strada, fiancheggiata da viali alberati e palazzi sontuosi, una carretta militare viene urtata sulla fiancata destra da un grosso torpedone blu, proprio mentre un altro torpedone rosso è appena passato proveniente dalla direzione opposta. Il conducente della carretta giace sotto la ruota del torpedone tutto insanguinato mentre dai finestrini del grosso automezzo i passeggeri guardano terrorizzati. Sulla fiancata del carretto, dipinta di verde, si legge Carretta 13° Fanteria. In alto a destra le apparizioni di San Matteo e di San Michele.
Iscrizione: A divozione di Esposito Michele di Girolamo successo il 6 agosto 1933 in Monte S. Angelo - Descrizione: Un uomo,investito da un carretto in una via di Monte Sant'Angelo, giace a terra. Uno dei due cavalli, rotti i finimenti, fugge in senso inverso. Un uomo tenta di sollevare il carro da tergo. Dietro una palazzina che fiancheggia la strada si scorge il campanile della chiesa di San Michele. In alto al centro l’apparizione di San Matteo.
Iscrizione: A divozione di Esposito Michele di Girolamo successo il 6 agosto 1933 in Monte S. Angelo - Descrizione: Un uomo,investito da un carretto in una via di Monte Sant'Angelo, giace a terra. Uno dei due cavalli, rotti i finimenti, fugge in senso inverso. Un uomo tenta di sollevare il carro da tergo. Dietro una palazzina che fiancheggia la strada si scorge il campanile della chiesa di San Michele. In alto al centro l’apparizione di San Matteo.
Iscrizione: A divozione Gabriele Matteo il giorno 5 dicembre 1934 mentre andava a Manfredonia a un tratto . . . il carretto ricevuta la grazia da S. Matteo e Incoronata - Descrizione: Il conducente di un biroccio è finito sotto le ruote del proprio veicolo. Accorrono due uomini, scesi da un carretto appena sopraggiunto in senso inverso. La scena è descritta in maniera essenziale, animali e personaggi sono rappresentati sommariamente. Più accurato il paesaggio: la strada si snoda inerpicandosi sulla montagna fino a Monte Sant'Angelo che si scorge in cima alla montagna. In prossimità della scena un complesso di fabbricati di cui uno sembra una cappella. In alto a sinistra, su una nuvola, le apparizioni della Madonna Incoronata e di San Matteo.
Iscrizione: A divozione Gabriele Matteo il giorno 5 dicembre 1934 mentre andava a Manfredonia a un tratto . . . il carretto ricevuta la grazia da S. Matteo e Incoronata - Descrizione: Il conducente di un biroccio è finito sotto le ruote del proprio veicolo. Accorrono due uomini, scesi da un carretto appena sopraggiunto in senso inverso. La scena è descritta in maniera essenziale, animali e personaggi sono rappresentati sommariamente. Più accurato il paesaggio: la strada si snoda inerpicandosi sulla montagna fino a Monte Sant'Angelo che si scorge in cima alla montagna. In prossimità della scena un complesso di fabbricati di cui uno sembra una cappella. In alto a sinistra, su una nuvola, le apparizioni della Madonna Incoronata e di San Matteo.
Iscrizione: A divozione di Mansueto Luigi di Michele successo 8 settembre 1934 - Monte S. Angelo - Descrizione: Davanti al santuario di San Michele a Monte Sant'Angelo un uomo è stato investito da un camioncino. Accorre gente dal campanile del Santuario. Le costruzioni sono accuratamente descritte dal pittore. Su una porta si legge l’insegna Birraria. In alto a sinistra, su una nuvola, l’apparizione della Madonna di Siponto e di San Matteo. L’asse di tutta la composizione è dato dalla mole del campanile.
Iscrizione: A divozione di Mansueto Luigi di Michele successo 8 settembre 1934 - Monte S. Angelo - Descrizione: Davanti al santuario di San Michele a Monte Sant'Angelo un uomo è stato investito da un camioncino. Accorre gente dal campanile del Santuario. Le costruzioni sono accuratamente descritte dal pittore. Su una porta si legge l’insegna Birraria. In alto a sinistra, su una nuvola, l’apparizione della Madonna di Siponto e di San Matteo. L’asse di tutta la composizione è dato dalla mole del campanile.
Iscrizione: A devozione Giuffreda Antonio successo 3 novembre 1942 contrada - Carbonara - Montesantangelo - Descrizione: Un ciclista è finito sotto un carretto. Il suo veicolo è a terra, sul ciglio della strada, e il malcapitato giace con le gambe sotto le ruote del carro. Il conducente si alza in piedi, allargando le braccia, mentre sopraggiunge un uomo che regge per le briglie un cavallo su cui è seduta una donna. Sullo sfondo la strada che s’inerpica su per la montagna, fino al paese. In alto a sinistra le apparizioni di Sant'Antonio e di San Matteo.
Iscrizione: A devozione Giuffreda Antonio successo 3 novembre 1942 contrada - Carbonara - Montesantangelo - Descrizione: Un ciclista è finito sotto un carretto. Il suo veicolo è a terra, sul ciglio della strada, e il malcapitato giace con le gambe sotto le ruote del carro. Il conducente si alza in piedi, allargando le braccia, mentre sopraggiunge un uomo che regge per le briglie un cavallo su cui è seduta una donna. Sullo sfondo la strada che s’inerpica su per la montagna, fino al paese. In alto a sinistra le apparizioni di Sant'Antonio e di San Matteo.
Iscrizione: La Torre Giuseppe figlio a Vignarula il 18 ottobre 1932 Monte S. Angelo - Descrizione: Un uomo arde come una torcia, le braccia levate in alto. La scena accade dinanzi ad una serie di case imbiancate a calce. Accorrono due uomini e una donna. In alto al centro su una nuvola l’apparizione di San Matteo.
Iscrizione: La Torre Giuseppe figlio a Vignarula il 18 ottobre 1932 Monte S. Angelo - Descrizione: Un uomo arde come una torcia, le braccia levate in alto. La scena accade dinanzi ad una serie di case imbiancate a calce. Accorrono due uomini e una donna. In alto al centro su una nuvola l’apparizione di San Matteo.
Iscrizione: Per grazia ricevuta da S. Matteo Lombardi Vingenzo (sic) di Francesco Monte S. Angelo 20-3-1954 - Descrizione: Un uomo viene morso al braccio da un cavallo. Accorre un contadino. Vicino al cavallo si trova un aratro di legno, chiamato in inguaggio locale "timonella". Sullo sfondo una casetta e declivi verdeggianti. In alto a destra, su una nuvola, l’apparizione di San Matteo.
Iscrizione: Per grazia ricevuta da S. Matteo Lombardi Vingenzo (sic) di Francesco Monte S. Angelo 20-3-1954 - Descrizione: Un uomo viene morso al braccio da un cavallo. Accorre un contadino. Vicino al cavallo si trova un aratro di legno, chiamato in inguaggio locale "timonella". Sullo sfondo una casetta e declivi verdeggianti. In alto a destra, su una nuvola, l’apparizione di San Matteo.
Iscrizione: Per grazia ricevuta dalla Madonna S. Michele Arcangelo e S. Matteo Ciliberto Leonardo e Ciliberto Vincenzo di Michele di M. S. Angelo contrada Vrisentino Manfredonia 7 novembre 1953 - Descrizione: Un fulmine è entrato dal soffitto in una stalla, scaricandosi sul pavimento, proprio davanti a due brande militari su cui balzano a sedere, impauriti, due uomini. Sull’altro lato della stalla, legati ad anelli allineati sotto le mangiatoie, sette cavalli giacciono a pancia all’aria, e solo un puledrino è ritto sulle zampe. Il tetto della stalla, in muratura, è a spioventi. In alto a sinistra, su una nuvola, le apparizioni di San Michele, della Madonna Addolorata e di San Matteo a destra.
Iscrizione: Per grazia ricevuta dalla Madonna S. Michele Arcangelo e S. Matteo Ciliberto Leonardo e Ciliberto Vincenzo di Michele di M. S. Angelo contrada Vrisentino Manfredonia 7 novembre 1953 - Descrizione: Un fulmine è entrato dal soffitto in una stalla, scaricandosi sul pavimento, proprio davanti a due brande militari su cui balzano a sedere, impauriti, due uomini. Sull’altro lato della stalla, legati ad anelli allineati sotto le mangiatoie, sette cavalli giacciono a pancia all’aria, e solo un puledrino è ritto sulle zampe. Il tetto della stalla, in muratura, è a spioventi. In alto a sinistra, su una nuvola, le apparizioni di San Michele, della Madonna Addolorata e di San Matteo a destra.
Iscrizione: Per grazia ricevuta da s. Michele Arcangelo e s. Matteo Evangelista Ridriquenza Nicola di Matteo Monte S. Angelo 16 Maggio 1954 - Descrizione: Una stanza da letto: un uomo giace disteso, tutto vestito, su uno dei due letti della stanza, attorniato dai famigliari, due uomini e una donna. Un altro uomo è al centro della stanza. Una delle due donne si stringe le mani disperatamente, l’altra alza le braccia al cielo. In alto a sinistra e a destra, su una nuvola, le apparizioni di San Michele e di San Matteo. A sinistra la foto del miracolato. La stanza ha il soffitto a volta. Completano l’arredamento, oltre al letto con testata bellissima occupato dal protagonista, anche un altro letto matrimoniale senza testata, una toilette con piano di marmo e specchio e una porta coperta parzialmente da una tenda.
Iscrizione: Per grazia ricevuta da s. Michele Arcangelo e s. Matteo Evangelista Ridriquenza Nicola di Matteo Monte S. Angelo 16 Maggio 1954 - Descrizione: Una stanza da letto: un uomo giace disteso, tutto vestito, su uno dei due letti della stanza, attorniato dai famigliari, due uomini e una donna. Un altro uomo è al centro della stanza. Una delle due donne si stringe le mani disperatamente, l’altra alza le braccia al cielo. In alto a sinistra e a destra, su una nuvola, le apparizioni di San Michele e di San Matteo. A sinistra la foto del miracolato. La stanza ha il soffitto a volta. Completano l’arredamento, oltre al letto con testata bellissima occupato dal protagonista, anche un altro letto matrimoniale senza testata, una toilette con piano di marmo e specchio e una porta coperta parzialmente da una tenda.