Orchis italica

Caratteristiche

  • Immagine: Immagine
  • Nomenclatura e sistematica:

    Orchis italica Poiret = Orchis longicruris Link. Orchidea italiana, Uomo nudo. Classe: Monocotiledoni, Famiglia: Orchidaceae.

  • Origine del nome:

    Orchis: dal greco che significa testicolo per la forma dei tuberi; italica: italico, italiano; longicruris: dal latino longus = lungo e crus = gamba, cioè dal gambo lungo.

  • Comportamento ed habitat:

    Pascoli aridi sino a 800-900 metri di altitudine.

  • Diffusione:

    In Italia vive in Sicilia e su tutta la penisola dal Sud sino alla Romagna; segnalata anche in Lombardia; manca in Sardegna. Diffusa su tutto il Gargano.

  • Portamento e radici:

    Pianta eretta, robusta, perenne, alta 20-50 cm, fusto cilindrico. Le radici sono date da poche radichette e da 2 bulbo-tuberi.

  • Foglie:

    Foglie basali ovate, oblunghe; poche caulinari; opache, talora con macchie, a margini molto ondulati. Brattee corte: 1-3-1/4 dell'ovario.

  • Fiori:

    Infiorescenza molto densa, inizialmente conica poi ovata. Sepali violacei con striature di colore più marcato, triangolari, liberi ma riuniti a formare un cappuccio; petali laterali conniventi. Labello con l'aspetto generale di un omiciattolo, biancastro soffuso di roseo o viola con macchie di viola intenso; formato da tre lobi, di cui i laterali sono nastriformi e un po' arrotolati, il centrale diviso in due lacinie separate da un dente acuminato. Sprone sottile, lungo la metà dell'ovario.

  • Epoca di fioritura: Marzo-maggio
  • Impollinazione: Entomofila
  • Frutti: Capsula deiscente.
  • Confusione e riconoscimento:

    I caratteri più distintivi sono dati dalle foglie dal margine molto ondulato e dalla forma generale del labello che potrebbe assomigliare a quello dell'Orchis simia che però ha i lobuli laterali con l'apice rivolto in alto e il colore diverso in quanto gli apici di tutti i lobuli del labello sono porporini mentre il resto è bianco.

  • Utilizzo:

    Pianta a rischio come tutte le Orchidee. Pertanto, è opportuno lasciarla dove si trova e accontentarsi di ammirarla in natura o limitarsi a fotografarla.

  • Curiosità:

    Apocromia e ipercromia, Ibridazione, Introgressione. Vedi Orchis morio.
    Fecondazione e Riproduzione delle orchidee per seme (via gamica). Vedi Ophrys tenthredinifera.
    Apparato riproduttore. Vedi Orchis pauciflora.

Altro in questa categoria: « Genere orchis Orchis ustulata »