Raffaele Fino
Raffaele Fino
Alla Provincia di Foggia, 9 anni di buone pratiche per lo sviluppo della Capitanata, senza un solo giorno di crisi, grazie alle giunte di centrosinistra, presiedute dal prof. Antonio Pellegrino.
Il buon governo delle amministrazioni di centrosinistra ha fatto della Provincia di Foggia un punto di riferimento fermo per i cittadini, soprattutto in materia di infrastrutture, di lavori pubblici, di cultura, di ambiente, di politiche sociali e per le imprese, con le quali si è stabilito un serio e costruttivo rapporto di collaborazione attraverso la programmazione negoziata. L'intero territorio è stato valorizzato anche grazie a strumenti fondamentali quali:

  • il piano territoriale di coordinamento, che è ormai in corso di avanzata elaborazione;
  • l'accordo interprovinciale sottoscritto con le province di Campobasso, Avelline e Benevento che candida la Provincia di Foggia a riappropriarsi del ruolo tradizionale e storico di Grande Provincia, cerniera tra il Mezzogiorno e il Centro-Nord;
  • la costituzione della società Promodaunia, che tra l'altro, ha per finalità la ripresa dei voli da e per Foggia, dopo il fallimento della Federico II.

La politica dei lavori pubblici con circa 500 miliardi di investimenti ha dato una nuova fisionomia istituzionale all'ente Provincia orientando i lavori verso nuovi settori quali impianti sportivi e contenitori culturali.
E' all'interno di questa politica di ampio respiro che si sono collocati anche gli interventi relativi al territorio di San Marco in Lamis e Rignano Garganico. Infatti, nell'ambito della programmazione scolastica che ha visto, negli ultimi anni, una spesa di oltre 98 miliardi di lire, a San Marco è stato costruito il Liceo Scientifico e sono in corso di ultimazione la palestra e l'auditorium. Inoltre oltre 450 milioni di lire sono stati impegnati, per la sede del Liceo Classico, per la costruzione della scala antincendio e dell'ascensore per l'eliminazione delle barriere architettoniche.
Nell'ambito dei circa 24 miliardi, impegnati per gli impianti sportivi, sono stati costruiti il campo di calcetto a Borgo Celano e quello di tennis a Rignano Garganico, mentre tra i 90 miliardi utilizzati per la sistemazione e manutenzione delle strade provinciali ben oltre 6 miliardi sono stati utilizzati per la sistemazione della provinciale N. 26, S. Marco -Foggia e per la strada provinciale N.22 S. Marco Rignano Villanova, per la cui ulteriore sistemazione sono stati ultimamente appaltati lavori per circa 500 milioni, per il tratto Rignano Villanova. Sempre in località Villanova, nel piano triennale, è stata inserita la somma di circa due miliardi per la ricostruzione del ponte sul Candelaro, mentre per S. Marco sono stati previsti circa 700 milioni per la sistemazione dell'area intorno alla piscina Cutinello e per la creazione di un nuovo punto acqua ai fini turistici e del rifornimento per gli allevatori.
Nel campo della cultura l'Amministrazione Provinciale ha profuso grande impegno investendo in progetti e risorse. Frutto di tale politica sono state:

  • l'istituzione della Fondazione Giordano;
  • l'istituzione dell'Agenzia provinciale per la Cultura;
  • l'istituzione dell'Università della terza età;
  • l'istituzione della Scuola di Pubblica Amministrazione. Infine c'è da ricordare le ristrutturazione di Palazzo Dogana, che, dopo il trasferimento degli uffici nella nuova sede, in fase di ultimazione, ospiterà la Galleria d'Arte Moderna, le cui ricadute positive sul territorio non potranno non farsi sentire.

Forte è stato l'impegno anche nei trasporti, nella formazione professionale, nel miglioramento della qualità della vita, nell'ambiente, con la costituzione dell'Agenzia per l'Ambiente che ha iniziato a fornire servizi nel campo del risparmio energetico e delle fonti di energia alternative. E' nel solco della continuità che bisognerà agire approntando progetti, che nell'ambito della programmazione generale, possano fornire occasione di sviluppo per le comunità di San Marco in Lamis e di Rignano Garganico, due realtà molto simili dal punto di vista sociale ed economico con il problema principe del lavoro per i giovani. Per fare ciò sarà necessario che le due comunità elaborino piani di sviluppo integrati che partano dal territorio e dalle opportunità che esso offre, quali la presenza dei santuari di Santa Maria di Stignano, di San Matteo e di San Giovanni Rotondo, il Parco del Gargano e le bellezze paesistiche e ambientali in genere, le risorse archeologiche, con il giacimento di Paglicci in particolare, la persistenza di imprese artigianali, ecc...
Chi mi conosce sa che ho sempre lavorato per il territorio di San Marco e Rignano , per la sua difesa e valorizzazione, senza campanilismo. Ed è per questo che chiedo un voto per il Centrosinistra, per il Presidente Stallone e per il sottoscritto, candidato alla provincia nelle liste dei Socialisti Democratici Italiani.
Grazie
Raffaele Fino