E' pronta la sezione dedicata alle Acli in Scrittori>>>Sebastiano Contessa. Oppure scarica il libro completo presente nella sezione dedicata al Gargano (Clicca su Download!)
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!! Download
Toggle Bar
Quistu pane ieva sumenta
sotta l'acqua e cullu vente.
La sumenta è fatta spica,
dalla spica mo vè fore
nu bettone e po nu sciore.
Mo lu sciore è fatte gialle
e lu sole li dà lu calle.
leva n'àcene e so ccente,
lu patrone iè cuntente.
La campagna tutta d'ore
vò trecento meteture.
Iuna, duva, duve e treia,
faveceia, faveceia.
La metenna iè fenuta
e la state ienn'asciuta.
'Nturne 'nturne la maiesa
lu cavadde pesa pesa,
e la forca la spatreia
quessa regghia e venteleia.
'Nzacca 'nzacca quissu rane,
'nzacca forte e 'nzacca chiane,
e chiamate nu traine:
ima ì allu muline
Quanta fodda! 'Gni famigghia
ce reponne la canigghia:
strascenate de russetedde
pe li povere puveredde.
'Sta farina e farenella
ci adda dà li cose belle.
So li dova e so li treia,
mo lu furne già vampeia.
Inte quedda fazzatora
lu criscente cresce e addora.
La farina iè modda e ghianca,
mamma tempra e non ce stanca:
cicche e ciacche, cicche e ciacche,
ce vò n'atu poche d'acqua.
Strata sfrata la furnara
va pi 'gghinte la nigghiara
culla tàvela pesanta,
pare propria na furzanta.
Quant'è belle quistu furne
che vampeia 'nturne 'nturne:
verniceia, verniceia,
ogni vampa iè na streia.
Quant'è belle quiste foche,
e Iu pane a poche a poche
mo ce coce e ce fa belle
cullu scante e la screppella.
Mena me', vàttelu pigghie
du parrozze pe li figghie.
Pane cenéde, pane e curtedde,
Criste ieva puveredde.
Mitte 'mmane ssu parrozze
e repùnneme nu stozze.
I non vogghie cumpanaie,
vogghie sule pane assaie.
Penza penza, figghie mia,
quanta gente lu vurria,
quanta povere cristiane
lu vuléssene stu pane.
Na prijera stu mumente
pe la gente che non tè nente.
Dà lu pane a tutte quante,
Padre, Figghie e Spirde Sante!

'Nu parrozze' prima della cottura.
'Nu parrozze' prima della cottura.

Per fare scaldare il forno si preparavano delle pizze.
Per fare scaldare il forno si preparavano delle pizze.

L'interno di un mulino a S. Marco in Lamis - Vecchia foto
L'interno di un mulino a S. Marco in Lamis - Vecchia foto

Pancotto con verdura ('fogghia'), tipico piatto sammarchese e garganico.
Pancotto con verdura ('fogghia'), tipico piatto sammarchese e garganico.

Pancotto con le fave. Ora dicono che faccia parte della 'Dieta mediterranea'. Prima i contadini poveri ci mangiavano (si riempivano la pancia).
Pancotto con le fave. Ora dicono che faccia parte della 'Dieta mediterranea'. Prima i contadini poveri ci mangiavano (si riempivano la pancia).