Tavoletta votiva dipinta presente nel convento di S. Matteo a S. Marco in Lamis
Tavoletta votiva dipinta presente nel convento di S. Matteo a S. Marco in Lamis

 

L'arraccumanne a te Madonna mia,
Matra de Ddi', Regina dellu Ciele,
e Mamma d'ogni mamma, a Raffajele,
'ddu figghie che cumbatte all'Albania.

L'arraccumanne a te Santa Maria
miraculosa delli Sette Vele:
come i' t'appicce a te questi cannele,
tu allumelu a 'gni passe della via.

Dice che quissu front'è malamente...
E pucquesse te scia arraccumannate:
prutìggelu a 'gni loche e 'gni mumente.

Fa', insomma, che la Patria de bon core
me l'arrennesse senza ammaculate...
Tu m'ha' da fa' 'sta grazia e 'stu favore!

Tu che sa' lu d'elore

che na mamma chensuma e sente e prova
pe' lu martirie dellu figghie sova.

LE CANDELE ALLA MADONNA

Lo raccomando a te Madonna mia
Madre di Dio, Regina del Cielo,
e Madre di ogni madre, Raffaele,
quel figlio che combatte in Albania.

Lo raccomando a te Santa Maria
miracolosa dei Sette Veli:
come io ti accendo queste candele,
tu illuminalo ad ogni suo passo.

Si dice che questo fronte è cattivo ...
E per questo ti sia raccomandato:
proteggilo in ogno luogo e in ogni momento.

Fai, insomma, che la Patria di buon cuore
me lo restituisca intatto...
Devi farmela questa grazia e questo favore!

Tu che sai il dolore

che una madre consuma e sente e prova
per il martirio del figlio suo.