S. Nicandro Garganico - Vitigno in una casa di campagna
S. Nicandro Garganico - Vitigno in una casa di campagna
Quell'intervallo, che passa tra questa Terra ed i monti, che la circondano, come ancora il tratto boreale, vedesi tutto piantato di vigneti. Quindi la maggior derrata di questo paese consiste in vino, che somministra a Sansevero, a S. Paolo, ed a Lesina.
Questo vino chiamasi da tutti vino pazzo, perché dà in testa. Sento, che vada migliorando mercé la migliorazione de' vitigni, che annualmente piantasi.
Io penso, che il terreno essendo sempre lo stesso pure il vino sarà sempre pazzo.
In questo lenimento veggonsi dappertutto stesissime boscaglie tutte ricche d'olivastri. La natura poteva ella spiegarsi meglio?
Alberi di ulivo a Sannicandro Garganico
Alberi di ulivo a Sannicandro Garganico
Se vi sono selve d'olivastri, dunque la natura vuole uliveti. Ma i Sannicandresi amano meglio imperare sulle bestie altrui, che coprir di alberi preziosi i terreni proprj.
Imperando però sulle bestie altrui, essi sono servi degli uomini; e se tutte le selve de' loro olivastri innestassero, essi da servi diventerebbon proprietarj, e padroni.
Gli è vero, che parecchi han cominciato ad innestare, ma sgraziatamente costoro han pochi imitatori. Canuto Re d'Inghilterra, volendo da quell'Isola estirpare i lupi, obbligò i popoli a pagare i pesi in tanti lupi.
Dunque si astringano i Sannicandresi a pagare i pesi fiscali in olio proprio, e le ampie boscaglie di olivastri saranno tosto tramutate in ridenti giardini di ulive.