La pianura dauna sotto San Giovanni Rotondo, rigogliosa di uliveti
La pianura dauna sotto San Giovanni Rotondo, rigogliosa di uliveti
Questa Terra vende ad altre Terre garganiche molto superfluo del suo grano, e delle sue fave; seminando gli abitanti nonché nel bosco, nella sua piana, ed in altri luoghi del suo lenimento, ma eziandio nella pianura Dauna.

Le Matine a S. Giovanni Rotondo
Le Matine a S. Giovanni Rotondo
Hannovi molti e vasti uliveti: ma questi sono pochissimi relativamente a quelli, che esser potrebbonvi, se l'ampie selve di ulivastri, che nelle sue campagne veggonsi, s'innestassero e già si comincia ad innestarli. I migliori uliveti sono quelli delle Mattine le quali giaciono alle radici del Monte Gargano, e tengono al Sud il feudo rustico di Cavaniglia. E poiché esse vengono al Nord difese dagli aspri venti settentrionali da alti colli, e confinano colla pianura Dauna, perciò nella rigida stagione il clima vi è temperatissimo.

Caseggiato nelle Matine di S. Giovanni Rotondo
Caseggiato nelle Matine di S. Giovanni Rotondo
Il perché nel freddo verno Flora e Zefiro si ribacian qui la prima volta, e veggonsi coverti di fiori i mandorli, e orlati di bianchi fioretti i sentieri. Le Mattine sono adunque pei Sangiovannari un vero luogo di delizie. Diffatti molti di essi vi fan soggiorno nel verno in eleganti casinotti.
Vigne assai si trovan qui; il perché vi si fa una grande estrazione di vini gustosi e durevoli. Essi reggon bene ai cangiamenti delle stagioni, perché vi si usa molta diligenza nel fargli.
Un vigneto
Un vigneto
Vi hanno de' vini snervatelli; ma li rendon robusti col meschiarci i generosi vini di Vico.
Ho detto, che vino assai si vende, e si smaltisce dai Sangiovannari. Or aspettano essi, che lo straniero venga a prenderselo in casa loro? No. Essi sanno bene, che questo non pur ne minorerebbe lo spaccio, ma lascerebbe trarre dagli altri quel profìtto, che dalle condotte loro ricavano.
Un vigneto
Un vigneto
Quindi proveggonsi di cavalli, di muli, e di asini, a questo fine utilissimi; ed in tal guisa spacciano essi stessi con vantaggio grande i loro balsamici vini. Vico, e Rodi, sono paesi doviziosi pel commercio marittimo; perché i Vichesi e i Rodiani trasportano essi stessi con trabacoli proprj le produzioni del loro suolo a Venezia, a Trieste, ed alle opposte spiagge della Dalmazia. Vestani, voi fate manna assai, ed avete molto superfluo di olio; ma aspettate, che i Rodiani ed i Vichesi vengano a prendersi tali generi in casa vostra.
Perché non li trasportate voi stessi con barche proprie ai paesi esteri? Perché non imitate gl'industriosi abitanti di Vico, Rodi, e S. Giovanrotondo? Oh il guadagno grande, che fareste! Ma l'industria, questo fuoco sacro, che forma la felicità e la vita delle Nazioni, è spento tra voi. Or non sapete voi, che il diminuimento dell'industria produce quella infingarda povertà, la quale genera la miseria, e l'avvilimento de' Popoli, che cominciando dall'infima plebe si solleva per gradi sino al Trono?
Ma ritorniamo a S. Giovanrotondo.