Statistiche
Popolazione 1861-20111861-2011.png | Andamento popolazione 2001-2015andamento-popolazione-rignano-garganico.png | Indicatori demografici 2002-2016indicatori-demografici.jpg | Struttura demografica 2002-2016struttura-demografica.jpg | Stranieri 2004-2016andamento-stranieri-2016-rignano-garganico.png

Rignano Garganico visto dal Tavoliere
Rignano Garganico visto dal Tavoliere
Questa Terra è sita sopra di una grossa rupe nella cima di un altissimo monte. Tiene all'Est la Difesa della Badia di S. Marco in Lamis, all'Ovest la Masseria di Branci, al Nord il Convento di Stignano, ed al Sud Foggia.
Stesissimo il suo orizzonte al Sud-Est, ed al Sud-Ovest. Arignano vede la Pianura dauna tutta intera sotto un colpo d'occhio, e la Pianura dauna scuopre Arignano per tutte le parti.
Ma il piacere, che questi estesissimi punti di vista posson dare, costa troppo caro; essendo asprissimo e selvaggio il cammino. Al Nord-Est poi, e al Nord-Ovest viene il suo orizzonte ben limitato da quelle alte montagne, che S. Marco in Lamis circondano. La situazione di questa Terra è bassa relativamente alle vette de' monti di S. Marco in Lamis, ed è altissima in rapporto al suolo della Pianura dauna.
Il Tavoliere delle Puglie visto da Rignano Garganico
Il Tavoliere delle Puglie visto da Rignano Garganico
Giacendo Arignano sopra una elevatissima parte del Gargano, ritirandosi gli abitatori dalla Daunia, salir debbono una lunghissima petrosa e ripida costa. La strada è tortuosa, ed ha bisogno di risarcimento. Le due strade, che da Arignano guidano al Convento di S. Matteo, ed a S. Marco, sono in Pianura, ma sassose, e disastrose.
Pretendono gli Etimologisti, che Arignano, il quale in tutte le situazioni del Regno, ed in tutte le carte de' bassi tempi, ritrovasi col nome di Rignano, o Regnano, fosse così detto, perché qui eravi un Tempio, o Ara di Giano. Ma gli Etimologisti fanno derivare anche da Ara-Jani il nome della Città di Ariano.
Una veduta di Rignano Garganico
Una veduta di Rignano Garganico
Ed in comprova della loro opinione allegano l'autorità del Leggendario della Vita di S. Oto Protettore d'Ariano scritto in pergamena dove si dice, che nel secolo XII mentre vivea questo Santo, fu in Ariano disotterrato un tempio colla statua di Giano, e colla iscrizione ivi riportata, e dall'Autore trascritta.
Ciò non ostante hannovi degli altri, i quali congetturano, che fosse così detto da un fondo di qualche famiglia di cognome Ariano, sito nel distretto, in cui oggi è la Città. Or se malgrado il disotterrato tempio di Giano in Ariano, pure è dubbio, se il nome di Ariano derivi da Ara Jani, che dovrà dirsi poi del nome di Arignano, dove nessun vestigio di ara di Giano si è mai scoperto? Ma decidano gli Antiquarj questo insipido punto etimologico.