Titolo: relazioni di pubblica sicurezza di maggio 1874
Anno: 1874 - Archivio di Stato di Foggia
Descrizione: Atti di polizia serie I, fascio 249, fascicolo 2254, misure cm 20 x 29, scritto su ambedue le facciate.
Brevi note: Nella relazioni sulla 'attività criminosa' si descrive una rissa perché secondo alcuni sammarchesi degli abruzzesi 'avevano guardato con passione una donna di nome Antonietta Nardella'. Vengono descritte altre situazioni con altri pellegrini.
Nell'elencare i pellegrinaggi della prima quindicina si parla della compagnia di San Marco in Lamis.
Testo

La guarnigione è stata sotto pressione acciocché oltre il normale impegno ci sono stati i pellegrini che hanno venuti a fiumi sono arrivati in questa terra da tutti i luoghi, non sapevamo quale passo tenere sotto controllo, ma sendo villani gentili abbiamo riusciti a non far succedere nessuna sommossa eccetto un tafferuglio a causa di un fraintendimento tra alcuni abruzzesi e gente del posto appena arrivata perché secondo i paesani quelli avevano guardato con passione una donna di nome Antonietta Nardella appena arrivata con una compagnia e gli abruzzesi stavano partendo, nessun ferito perché i militi sono sopraggiunti subito e hanno sparato alcuni colpi in aria.
I venditori hanno tenuto la loro mercanzia nella norma.
Chi ha dato ospizio ai pellegrini ha chiesto il giusto e non c'è stata nessuna lamentela.
Le donnine sono state allontanate dalla terra per non creare disordine e ritorsioni con i canonici.
Si è auto difficoltà a chiarirsi con uno straniero che non sapeva parlare nessuna lingua conosciuta eccettuatochè il suo linguaggio incomprensibile, ma coi segni e con un pò di latino di un canonico ci siamo capiti.
Nella prima quindicina sono arrivati i pellegrini in compagnia da Rotello, Casalnovo, Vasto, Lacedonia, Castelmauro, Matrice, Bisaccia, Ripabottoni, Bitetto, Toritto, Sammarco in Lamis, Gildone, Riccia, Cerce, Pietrelcina, Bari, Vitonto, Potenza, Sannicandro, Rodi, Mafredonia, Boiano. Mentre sono venuti singoli da diversi luoghi sia del regno che da fuori regno, alcuni anco francesi e anglesi tutti con i biglietti.
Siamo stati sempre dapresso ai canonici per avere tutto sotto controllo.
Abbiamo messo ai ferri duo de Potenza che hanno borseggiato nella Basilica, uno de Cerce che anco a accoltellato un suo compaesano per motivi sconosciuti, non c'è stato il morto. I pellegrini sono andati tutto per il loro verso.