Il motore della vita (clicca per approfondire) è il sole che fornisce l'energia alle piante. Le piante lasciano sul terreno dei residui (foglie, rami, radici, semi) che vengono utilizzati da funghi, insetti e batteri che li trasformano in sostanze che possono essere assorbite dalle piante.
Le piante con le radici assorbono dal terreno acqua, sali minerali e sostanze riciclate da funghi, batteri e insetti. Tutto questo materiale è portato, attraverso il fusto, alle foglie dove arrivano anche l'anidride carbonica dall'atmosfera e l'energia dal sole.
Nelle foglie sono prodotti zuccheri, proteine, grassi e vitamine. Le foglie sono mangiate dagli erbivori (anche l'erba è un tipo di foglia). Gli erbivori sono mangiati dai carnivori.
I resti degli erbivori e dei carnivori sono utilizzati da insetti e batteri che li trasformano in sostanze utilizzabili dalle piante. In tal modo il ciclo si chiude.
E l'uomo?
Anche l'uomo rientra in questo ciclo perché mangia le verdure e la frutta prodotti dalle piante. Mangia la carne degli erbivori e il loro latte senza lasciare le uova delle galline.
Se non ci fossero le piante l'uomo morirebbe di fame.
Quando si parla di piante si parla sia di alberi che di erbe.

La catena alimentare
La catena alimentare