Indice

Sea watching o snorkeling
Per sea-watching (osservazione del mare) si intende l'attività di osservazione dei fondali marini, nuotando in superficie, con l'ausilio di maschera, pinne e boccaglio (in inglese snorkel, da cui snorkeling). Questa agevole attività consente di osservare o fotografare le specie animali e vegetali che popolano i bassi fondali rocciosi o sabbiosi, utilizzando attrezzature alla portata di tutti, sia come costo che come facilità di utilizzo.
Il sea-watching propone un nuovo approccio non specialistico per l'osservazione del fondo marino; scegliendo adeguatamente il tipo di fondali su cui effettuare le osservazioni, sarà possibile, anche per semplici bagnanti, avvicinarsi alla scoperta delle magie del mondo sommerso, non più riservate esclusivamente a subacquei provetti che, utilizzando apparecchiature complesse, riescono a raggiungere le profondità del mare.

Il sea watching nelle aree marine protette
Particolarmente adatte alla pratica dello snorkeling appaiono le acque basse dei litorali tutelati dall'istituzione di un'Area Marina Protetta dove, grazie al regime di tutela, si possono sviluppare, indisturbate, innumerevoli specie di animali marini ed aggregazioni vegetali.
Insieme all'apprendimento di elementi di identificazione delle specie animali e vegetali marine costiere più comuni e di biologia marina in generale, un'altra finalità di questa attività è l'acquisizione da parte del visitatore di alcune nozioni sul corretto comportamento da tenere in mare.

Il sea watching nell'Isola di Ustica
Ustica, insieme a Miramare, è stata la prima area marina protetta a sperimentare le nuove metodologie per la fruibilità degli ambienti marini, in modo da avvicinarvi la maggior parte di utenti possibile. Quello che era un privilegio dei subacquei, doveva divenire un'opportunità alla portata di tutti. Gli acquari didattici, i materiali multimediali, i laboratori in cui effettuare esperimenti scientifici sono solo alcune delle iniziative individuate.
L'AMP di Ustica propone percorsi guidati all'interno della zona di riserva integrale di Cala Sidoti.
Su prenotazione, il personale specializzato accompagna i visitatori alla scoperta di un percorso subacqueo,  appositamente studiato per dare un'idea dei diversi ecosistemi costieri che si incontrano nella baia e dei suoi principali ospiti. Occasionalmente, il personale della riserva porta con sé un sacchetto di gamberetti per "imboccare" i numerosi pesci che accorrono a pretendere la propria razione. Tutto questo può essere fruito restando comodamente sul pelo dell'acqua, in estrema sicurezza, in un percorso facilmente accessibile per adulti e bambini.