Testi e foto di Alessandro Augello
Hypholoma fasciculare

Funghi del Gargano. Il falso chiodino
Funghi del Gargano. Il falso chiodino
Nomenclatura e sistematica
Hypholoma fasciculare
(Huds. ex Fr.) Krummer. Falso Chiodino, zolfino, agarico fascicolato, falsa famigliola. Manca un termine dialettale (sammarchese). Classe: Basydiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia: Strophariaceae.
Origine del nome
Falso
: perchè assomiglia al chiodino vero; famigliola: per la sua caratteristica di crescere in gruppi numerosi; hypholoma: genere nel quale è inserita la specie; fasciculare: dal latino fasciculus che significa fascicolo, mazzo.

Caratteristiche sistematiche

Cappello
Da giovane più o meno globoso o semisferico, di 1-2 cm di diametro quindi convesso e non molto disteso di 3-7 cm di diametro. Margine con i resti giallastri del velo (pseudoanellohygrophorus-persoonii-arnolds.jpg). Colore giallo-zolfino spesso con macchie scure al centro.
Lamelle
Sono annesse, molto fitte. Prima zolfine, poi verdognole e olivastre.
Gambo
Cilindrico e spesso curvato, lungo 3-6 cm. Concolore al cappello tranne nella base dove è più scuro, aranciato-brunastro. Cavo, con presenza di pseudoanello.
Carne
Giallastra, esile, con odore sgradevole e sapore amaro.
Spore
Ovali, appaiono in massa di colore bruno-porporino.
Comportamento ed habitat

Funghi del Gargano. Il falso chiodino
Funghi del Gargano. Il falso chiodino
Cresce a gruppi numerosi (cespi). Compare tutto l'anno su tronchi o ceppaie vecchie e marcescenti di latifoglie e conifere. Spesso presente sullo stesso tronco assieme al chiodino.
Diffusione
Sul Gargano lo si trova soprattutto nei querceti dell'interno ma anche nelle pinete lungo la costa.
Utilizzo
Non commestibile perchè molto amaro; tossicità non sicura.
Confusione e riconoscimento
Può essere confuso con la Pholiota mutabilis la quale presenta il cappello liscio e igrofano (che cambia colore al variare dell'umidità), ha il gambo squamoso sotto l'anello e le lamelle e le spore giallastro-ocra, ha inoltre 'il velo secondario inguainante il gambo' (Cetto); con Armillariella mellea, che ha il cappello umbonato e di vario colore (giallastro, verdastro, brunastro) con presenza di scaglie; anello ben evidente, carne bianca, lamelle bianche da giovane, poi giallastre e infine brunastre macchiate di rosso-bruno; con l'Hypholoma sublateritium che presenta il cappello color mattone più scuro al centro, carne giallastra e amara, spore brune; con la Clitocybe tabescens che non presenta l'anello e cresce anche nel terreno oltre che sui tronchi.
Curiosità
Funghi del Gargano. Il falso chiodino
Funghi del Gargano. Il falso chiodino
Attacca legno morto (saprofita) ma anche legno vivo (parassita). Infatti, causa la carie bianca di radici e tronchi di latifoglie e conifere penetrando nella pianta tramite lesioni delle radici.
Chiave per il riconoscimento
1. Gambo senza anello o con pseudoanello (residui giallastri del velo che pendono dal margine del cappello). 2
1. Gambo con anello. 3
2. Gambo senza anello, può crescere nel terreno. Clytocibe tabescens.
2. Gambo con pseudoanello. 4
3. Cappello liscio e igrofano, gambo squamoso sotto l'anello, lamelle e spore ocra. Pholiota mutabilis.
3. Cappello con presenza di scaglie, gambo fibrilloso sotto l'anello, spore bianche, lamelle bianche da giovani, poi gialle, infine bruno-rossastre. Armillariella mellea.
4. Cappello e gambo colore giallo-zolfino, carne gialla, sapore amaro. Hypholoma fasciculare.
4. Cappello color mattone, più scuro al centro, carne prima bianca, poi gialla, amara. Hypholoma sublateritium.