Nella sezione dedicata ad Ernesto Rossi (co-autore con Altiero Spinelli del Manifesto di Ventotene del 1941 ed esecutore testamentario di Gaetano Salvemini, puoi scaricare (e leggere) 2 interventi del Nostro usciti su L'Astrolabio del 25 ottobre 1963.
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!! Download
Toggle Bar

Un ombrellaio al lavoro.
Un ombrellaio al lavoro.
Una delle istituzioni culturali più autorevoli del territorio creata dal fervido ingegno del professor Michele Melillo - Crogiuolo di cultura in grande attività negli anni Settanta del secolo scorso - Tra le espressioni salienti una ricca biblioteca e uno straordinario Museo etnografico sipontino riordinato dagli eredi - L’inaugurazione venerdì 8 alle ore 16.
Tremila oggetti originali provenienti dalle attività dell’agricoltura e della pastorizia, delle arti e dei mestieri, della vita e attività domestica, dell’arte marinara e della pesca. E’ la ricca e straordinaria dotazione del Museo etnografico di Siponto che si inaugurerà venerdì 8 alle 18. Raccolti pazientemente sottratti a sicura distruzione e catalogati in lingua italiana e nella sua espressine dialettale, custoditi in quello che è divenuto un museo etnografico di eccezionale valore non solo storico allocato in un padiglione che si affaccia su Piazza Santa Maria a Siponto. La 'testimonianza di un passato socio-economico più o meno recente', ma anche un valido strumento 'che consente lo studio scientifico della lingua italiana e dei dialetti di Puglia'. Con significative valenze squisitamente turistiche.
Come era arredata una vecchia casa. Da una tavoletta votiva presente nel convento di S. Matteo a S. Marco in Lamis.
Come era arredata una vecchia casa. Da una tavoletta votiva presente nel convento di S. Matteo a S. Marco in Lamis.
Tanto straordinario tesoro culturale è parte integrante del 'Centro residenziale di studi pugliesi' che porta il nome del suo fondatore Michele Melillo, professore di dialettologia presso le Università degli studi di Roma e Bari, che scelse l’amabile e tranquilla Siponto per sviluppare i suoi studi di grande rilievo scientifico.
Tra i punti di forza del Centro è da annoverare la ricca raccolta libraria intitolata a Giacomo Melillo, zio di Michele, prematuramente scomparso quando era, agli inizi del ‘900, professore di glottologia all’Università di Napoli. Oltre ventimila volumi i cui testi spaziano tra dialettologia, agiografia, filosofia, letteratura, cultura varia e storia locale.
Per l’impulso del professor Melillo, indimenticato esempio di disponibilità intellettuale ed umana, il Centro si è andato segnalando nella seconda metà del secolo scorso, per la sua intensa attività culturale dinamica a beneficio di studenti e ricercatori alcuni dei quali sono oggi docenti in Università italiane.
Feconde e intense le realizzazioni del Centro: tra le altre la rivista 'Lingua e storia in Puglia', il 'Nuovo atlante fonetico pugliese', numerose edizioni della 'Settimana di studi sipontini' che hanno richiamato a Siponto fior di studiosi di tutto il mondo.

'Manfredonia è profondamente grata al professor Michele Melillo - ha affermato l’assessore alla cultura del Comune di Manfredonia, Paolo Cascavilla - per tutto quello che ha realizzato in nome di un credo culturale che è anche fede civile, con grande ingegno e passione. La sua è una eredità impegnativa non solo sotto il profilo culturale che dobbiamo opportunamente valorizzare e sviluppare'.

Gli eredi hanno raccolto tanto immenso patrimonio in una Fondazione privata riconosciuta dalla Regione Puglia come ente di interesse locale, riordinato e proposto al pubblico, agli studiosi ed appassionati, il Centro con la sua biblioteca, il Museo etnografico con i suoi oggetti della tradizione.
La inaugurazione sarà preceduta da una tavola rotonda che si terrà nella sala conferenze della Casa di riposo 'Stella Maris' di Siponto cui parteciperanno Giandiego Gatta, presidente del Parco nazionale del Gargano, Nicola Vascello assessore provinciale al turismo, Antonio Falcone direttore Gal Daunofantino, Ginevra D’Onofrio della Soprintendenza beni archeologici di Puglia, Cristanziano Serricchio scrittore e saggista, Paolo Cascavilla assessore alla cultura Città di Manfredonia.
07.05.2009
Michele Apollonio
Ufficio stampa e comunicazione Comune di Manfredonia

Fonte: www.comune.manfredonia.fg.it