Acero campestre

Frutti di acero: disamare Frutti di acero: disamare

Nella Difensa troviamo due specie di Aceri: l'Acero campestre (detto anche Loppio) e l'Acero opalo. Sotto il convento di S. Matteo è stato rinvenuto anche qualche esemplare di Acero di monte (Acer pseudo-platanus L.). È necessario però verificare se sia originario del luogo o se vi è arrivato da qualche altra parte.
L'Acero campestre è abbastanza diffuso nel Lauretum, lo troviamo spesso associato all'Orniello. Altrettanto diffuso è nel Castanetum dove di solito vegeta in consociazione con diverse specie di latifoglie e nelle zone esposte a Sud. Anche se in percentuale minore, è presente anche nel Fagetum.
Nella Difensa è presente un po' ovunque anche se si localizza di preferenza lungo le strade. Ne troviamo un buon numero nell'Orto della Menta e '"N cima lu Carpene".
Non ha grande importanza da un punto di vista forestale. Nella fustaia non va bene come specie del piano dominante perché ha ritmi di accrescimento lenti. Va meglio quindi come specie del piano dominato e nel ceduo.
La sua importanza nel rimboschimento è legata alla capacità di vegetare anche in terreni molto argillosi. Ovviamente non è il caso della Difensa dove le zone spoglie sono tutte di natura calcarea. Poiché è in grado di sopportare bene le potature, un tempo veniva utilizzato come tutore vivente per le viti. Quindi aveva una importanza nei campi coltivati da cui appunto il nome di campestre.
L'Acero campestre dà un legno pesante utilizzato per manici di attrezzi, bastoni, calci di fucile, ecc.

Caratteristiche

  • Foto: Foto
  • Didascalia foto:

    Foglie

  • Nome scientifico: Acer campestris L. (Aceraceae). In dialetto è detto "Occhie"
  • Albero:

    - alto circa 15mt.

  • Corteccia:

    - grigia;
    -suddivisa in placche quadrangolari.

  • Foglie:

    - caduche;
    - opposte;
    - con 5 lobi;
    - margine intero;
    - base cordata;
    -lunghe 5-6 cm.

  • Gemme:

    - piccole;
    - rossicce;
    - pelose all'apice

  • Fiori:

    Pianta monoica con:
    - fiori ermafroditi portati in infiorescenze a corimbi eretti all'apice dei germogli tra due foglie opposte.

  • Frutti:

    - Disàmare disposte con angolo a 180° e con ali di 2-3 cm.

Altro in questa categoria: « Il Carpino bianco Acero opalo »