I nuovi file saranno pubblicati, almeno per il momento, nella sezione Download-Astrolabio/.... Clicca su Download!
N.B. Non tutti i nuovi file caricati vengono segnalati per il "Download"!!! Download
Toggle Bar

07.08.2002
Mazzaracchio: ridotto il prezzo delle siringhe da 400 a 200 vecchie lire
L'assessore Mazzaracchio: "Un'attenzione particolare è riservata ai diabetici"
Con l'intesa sui farmaci 700mila euro di risparmi
La previsione è positiva e, secondo gli addetti ai lavori, sarà confermata dai fatti nei mesi a venire: ammonta a 700mila euro

"il risparmio che è possibile ottenere con l'accordo Regione-Federfarma Puglia approvato dalla giunta nell'ambito delle misure per la razionalizzazione e qualificazione della spesa farmaceutica".

Il provvedimento ha regolamentato la distribuzione diretta d'alcune tipologie di farmaci. In un comunicato diffuso dalla stessa giunta regionale, è spiegato che

"in questo ambito uno spazio è stato riservato anche agli ausili per diabetici e ad altri ausili sanitari. In particolare, il prezzo delle siringhe è stato ridotto da 0,2 centesimi di euro a 0,1032 (da 400 a circa 200 vecchie lire) con la garanzia della fornitura di un prodotto di qualità".

In un momento particolarmente turbolento per il governo della Regione Puglia dopo il varo del piano di riordino ospedaliero, che non ha suscitato entusiasmi da un capo all'altro del tacco d'Italia, ma piuttosto polemiche, una notizia di questo tipo cerca di infondere fiducia nei potenziali assistiti. Tant'è che l'assessore alla Sanità, Salvatore Mazzaracchio, fa squillare le trombe dell'entusiasmo:

"Si tratta di un'ulteriore conferma relativa all'attenzione che la Regione già da diverso tempo riserva ai diabetici, nella consapevolezza della delicatezza della patologia di cui gli interessati sono affetti. Giova ricordare - aggiunge Mazzaracchio - che già dal maggio 1998 la Regione ha affidato a Federfarma Puglia la fornitura, agli affetti da diabete, di siringhe per la somministrazione di insulina e reattivi, sulla base dell'eccessiva burocratizzazione negli adempimenti da parte delle Asl, lamentata da diversi diabetici attraverso numerosi esposti". "Successivamente - continua il responsabile della Sanità - il Dpr 371/98 ha previsto l'individuazione, attraverso accordi regionali, di modalità differenziate di erogazione delle prestazioni finalizzate al miglioramento dell'assistenza (ausili, presidi e prodotti dietetici), definendo, con i rappresentanti della categoria, le relative condizioni economiche, a patto che costi e qualità siano complessivamente competitivi con quelli delle strutture pubbliche".

Da 'La Repubblica' di Bari del 07.08.02