S. Marco in Lamis 1° giugno 1885
Verbale di consegna e possesso del fondo rustico consistente in giardino con poca vigna, boschetto annesso, ed accessori, nel territorio di S. Marco in Lamis contrada Valle S. Matteo, componente il lotto 6a Clema 106 Comunale.
Da copia esistente nella biblioteca del convento S. Matteo.
Intendenza di Finanza di Foggia, Ufficio del Registro di S. Marco in Lamis.
L'anno milleottocentottantacinque (1885) il giorno 1 giu­gno nella contrada convento di S. Matteo in S. Marco in Lamis.
Noi sottoscritto Ruggeri Federico Ricevitore dell'Ufficio sudetto, assistito dai Signori Apollonio Donato e Pasquale fu Giambattista, testimoni domiciliati in S. Marco in Lamis, ci siamo portati e conferiti nella sopradetta contrada per procedere alla legale consegna dell'immobile a favore del Signor Tancredi Matteo Donato fu Francesco Paolo del quale se ne rese acquirente per il prezzo di lire Duemila trecentottantanove (2389) con verbale d'asta seguita in questo Ufficio il 27 agosto 1884 approvato con Decreto del 16 gennaio 1885, registrato il 13 marzo 1885 al vol. 23. f. 53, n. 495/31 Atti Pubblici con la tassa e decimi di lire 114 dal Ricevitore Ruggeri.
L'immobile in parola è corrente a levante con le terre di Antonio Vigilante, a mezzogiorno con la strada che conduce al monastero di S. Matteo, a settentrione col monastero stesso, ed a ponente con terreni di Matteo Nardella oggi delle Signore Gravina Rachele ed Angela fu Carmine, e trovasi affittato al Signor Portone Michele per anni sei dal 1° gennaio 1882 e per annue lire centosettanta (170).
Ivi giunti abbiamo trovato il compratore Sig. Tancredi Matteo Donato, al quale dopo avergli fatto noto la causa della nostra presenza, l'abbiamo immesso come in effetti lo immettiamo nel materiale possesso dell'immobile descritto dandogli piena facoltà a goderselo da assoluto padrone e di riscuotere da oggi tutte le rendite di cui tale immobile è produttivo, coll'obbligo di pagare i tributi e tutti gli oneri e pesi di cui lo stesso immobile è gravato, e di quelli che sarebbero per verificarsi sì palesi che occulti.
Il Sig. Tancredi essendosi immesso nel materiale possesso dell'immobile in parola, ha dichiarato ed asserito, come infatti dichiara ed asserisce di ritenere per regolare la consegna fatta e di non avere da fare nessuna opposizione, né osservazione, e di sottomettersi agli obblighi tutti imposti col presente verbale. Redatto tale verbale si è firmato da Noi Ricevitore, e dai testimoni intervenuti, meno dall'acquirente Sig. Tancredi perché analfabeta. Il Ricevitore: Fed. Ruggeri. I testimoni: Donato Apollonio, Pasquale Apollonio. + croce di Tancredi Matteo Donato.