I libri per esser utili all'universale debbono essere brevi. Il dotto può leggere a suo agio, ma il pubblico non ha né molto tempo, né molta voglia. È dunque necessario di abbreviare quanto più si può ciò che dee servire per generale istruzione. D'altronde i fatti, i libri vanno talmente accumulandosi coi secoli, colla stampa, e collo stimolo d'una più diffusa lettura, che diviene sempre più indispensabile il riepilogare di tempo in tempo le cognizioni umane. Non si può più far senza enciclopedie. Sono la somma d'un calcolo che altrimenti diverebbe infinito. Conviene condensare il sapere attraverso la fuga dei secoli, com'è forza condensare gli alimenti che devono attraversare immensi spazi del globo. Ci andiamo ognor più avvicinando all'epoca predetta da Condorcet, in cui sarà mestieri esporre per tavole lo stato delle nostre cognizioni.
Giuseppe Pecchio, Storia della economia pubblica in Italia, Lugano 1859
* Giuseppe Pecchio (Milano, 15 novembre 1785 – Brighton, 4 giugno 1835) è stato un politico e storico italiano.

Leggi

Contatti
Con questo form puoi contattarmi. Se trovi errori in questo web sei pregata(o) di segnalarmelo, copiando il link della pagina difettosa nel campo 'Messaggio'. Grazie
Inserisci il tuo nome!
Please enter your email!
Scrivi un messaggio!
Via D. Compagnone 1/C 71014 S. Marco in Lamis (FG)
Indirizzo:
+39 392 0167073
Telefono:
E-mail: