E' da scaricare l'opera di Giuseppe Solitro Due famigerati gazzettieri dell'Austria - Luigi Mazzoldi, Pietro Perego, Padova 1929, nella categoria "Risorgimento/Giuseppe Solitro". Nella stessa categoria puoi scaricare I misteri repubblicani, con le mie ricerche su Perego e Mazzoldi. Un libro sconvolgente!!" Download
Toggle Bar

Paolo Sylos Labini a Vienna nel 1963
Paolo Sylos Labini a Vienna nel 1963
Avevo già trattato molti temi nella sezione Nord-Sud e nella sezione Almanacco. Ho deciso di dedicare questa sezione al grande economista Paolo Sylos Labini. Trattare di economia non è facile, specialmente se si tratta di un autore su cui esiste moltissimo materiale.
Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente il grande economista a Roma, nel 2000. Era dimesso, quasi trasandato, cogli occhi vispi. Lo pregai di darmi il suo autografo: il che egli fece. Lessi, prima della sua morte avvenuta nel 2005, un lungo articolo che ne parlava benissimo su Die Welt am Sonntag e amaramente considerai tra di me che era più apprezzato all'estero che in Italia (Berlusconi, il nonno d'Italia, cadde nel 2011, ma sta ancora a fare il "liberale"). Da giovane avevo letto la sua opera Saggio sulle classi sociali, del 1974, che mi colpì molto e che guidò i miei futuri passi. Pubblico molti scritti di Ahi serva Italia..., edito nel 2006: il suo testamento, che raccoglie temi trattati nella sua operosa vita di "italiano". Paolo Sylos Labini morì il 7 dicembre 2005, per cui si può pensare che quest'opera fosse il suo testamento.
Ho pubblicato, inoltre, alcuni contributi riguardanti il suo Saggio sulle classi sociali e alcuni file riguardanti il Mezzogiorno, oltre ad una sotto-sezione di Download.
Le illustrazioni (da me ottimizzate per il web) sono tratte principalmente dall'Astrolabio di Ferruccio Parri ed Ernesto Rossi (Paolo Sylos Labini  faceva parte del Comitato di Redazione), dal web e da una pubblicazione di Antonella Braga e Mimmo Franzinelli.
L'evasione fiscale e la corruzione.
L'evasione fiscale e la corruzione.
Nel 1861 si è fatta l'unità d'Italia. Sono passati da allora circa 160 anni. Resto colpito da alcuni fatti:
1 - L'età giolittiana dura circa 20 anni;
2- Il fascismo dura ca. 20 anni;
3- Il periodo della "cattiva" Democrazia Cristiana dura circa 20 anni; (il giornale L'Astrolabio, del quale Paolo Sylos Labini era collaboratore, parla di oltre 40 anni di "regime" democristiano)
4- Il regime berlusconiano dura circa 20 anni.
Sono una ottantina di anni e più che l'Italia è stata retta da un "uomo forte" o "regime". E non dimentichiamo che prima di Giolitti c'è stato Francesco Crispi...
Ma siamo veramente sicuri che il regime berlusconiano sia terminato o che invece continui?
"Forse tra cinquant’anni, quando sarò appollaiato su una nuvoletta, mi daranno ragione. Ma per adesso vengo ritenuto un anomalo, un eterodosso". (Paolo Sylos Labini, Un paese a civiltà limitata, intervista a cura di Roberto Petrini, Laterza 2001.
Come elemento aggiuntivo alla situazione attuale (2020), pubblico un brevissimo intervento del politologo Pietro Ignazi, Vent'anni dopo, Il Mulino, Bologna 2014.
(Nota 1) (Nota 2) (Nota 3) (Nota 4)