23 – Il cognato traditore (frammento B)
Recitata da Beatrice Antonietta e Beatrice Maria. 28 versi in prevalenza ottonari rimati tra loro con rima baciata per lo più regolare. Anche questo è un frammento del Cognato traditore: manca dei versi iniziali e finali. E' conservato meglio del precedente sia nella struttura metrica che in quella stilistica, ed è più vicino alla versione registrata a S. Severo e pubblicata dal Bronzini nell'opera più volte citata.


Brano eseguito da Festa, Farina e Folk


Brano eseguito da Festa, Farina e Folk

Spartito di "Il cognato traditore - frammento B"
Spartito di "Il cognato traditore - frammento B"

Quanne è state allu feccaje
la cchjù bella me capaje,
quanne è state allu spusaje
la cchjù brutta me truvaje.
I' pe non fa' rire la gente
la spusaje e non disse nente,
me la mette 'ncavalleria
tocca tocca la brutta mia.
Sonne arrevate alla zenna lu mare
Cape inte la menaje.
Iave n'anne e sette mise
mo' ce ne ve' lu calabrese.
- Dimme iennere mia
dimme che fa la figghja mia?
- L'eje misse nu telare
logne e larje quante lu mare.
Se vu' fa' meni' a sua sorella
a 'ntruveda' quatte cannelle.
- Mamma, mamma non ce vogghje i
che pajura che iaje i'.
- Vacce, vacce cu' lu cajenate
come se fosse propeta nu frate.
Ce la mette 'ncavalleria
tocca tocca la bella mia.
Quanne arriva a fiume de stretta
li calò li mane 'mpette.
- Statte fitte, mio cajenate,
quisse so' sgherze de 'nammurate
Il cognato traditore (frammento B). Quando è stato il fidanzamento la più bella mi scelsi, quando è stato il matrimonio la più brutta mi trovai. Io per non far ridere la gente la sposai e non dissi niente, me la metto a cavallo tocca tocca la brutta mia. Sono arrivato in riva al mare con la testa dentro la gettai. Dopo un anno e sette mesi se ne viene il calabrese. - Dimmi genero mio dimmi che fa la figlia mia?
- Le ho messo un telaio lungo e largo quanto il mare. Se vuoi far venire a sua sorella per riempire quattro cannelle.
- Mamma, mamma non ci voglio andare che paura che ho io.
- Vacci, vacci con il cognato come se fosse proprio un fratello. Se la mette a cavallo tocca tocca la bella mia. Quando arriva in una strada stretta le mise le mani in petto. - Stai fermo, cognato mio, questi sono scherzi di innamorati.