contentmap_plugin

Interno della chiesa
Interno della chiesa
I Frati Minori Osservanti Riformati della Provincia di S. Angelo furono presenti a Sannicandro Garganico fin dal 1612 in un ospizio dedicato a S. Maria della Misericordia costruito con le elemosine dei fedeli. L’ospizio aveva la funzione di dare ricovero ai frati di passaggio e a quelli che si recavano nella cittadina per la predicazione e la questua. Dopo qualche anno i frati pensarono di fermarsi definitivamente a Sannicandro. Con le elemosine raccolte e il contributo delle pubbliche autorità ingrandirono il vecchio ospizio che nel 1634 fu dichiarato convento formato col nome di S. Maria delle Grazie. La fraternità si dedicava soprattutto alla predicazione, alla confessione e all’aiuto nelle parrocchie. Fu istituito anche lo studio di filosofia per i giovani frati in formazione.

Entro le sue mura vissero frati dotti e santi. Fu chiuso con la soppressione di Gioacchino Murat nel 1809; riaperto nel 1816 e chiuso definitivamente nel 1866, divenne proprietà del Comune. Nel 1982 i Frati Minori della rinnovata Provincia di S. Michele Arcangelo di Puglia e Molise lo ricevettero in donazione dal Comune e vi si trasferirono dalla parrocchia di S. Biagio. Oggi è sede di parrocchia affidata ai Frati Minori.

Convento di Santa Maria delle Grazie
Convento di Santa Maria delle Grazie
Il Beato Giovanni Duns Scoto e la Vergine Maria Immacolata, affresco.
Il Beato Giovanni Duns Scoto e la Vergine Maria Immacolata, affresco.