contentmap_plugin

La Vergine Maria consegna a S. Francesco il privilegio della Porziuncola; a destra S. Francesco di Paola
La Vergine Maria consegna a S. Francesco il privilegio della Porziuncola; a destra S. Francesco di Paola
La fondazione del convento di S. Francesco a Peschici rimonta a data anteriore al 1245. Custodito sempre dai Padri Conventuali, fu chiuso dalla soppressione di Innocenzo X nel 1652. Sulla sua fondazione Tommaso da Celano, il primo biografo di S. Francesco, nel Trattato dei miracoli narra di due frati che costruivano la chiesa.

Avevano fatto il disegno e iniziata l’opera, ma non riuscivano a procedere speditamente per mancanza di materiali.

“Una notte, mentre erano alzati a recitare le Lodi, cominciarono a sentire un fragore di pietre che cadevano a mucchi”.

Aperto l’uscio, videro una folla di uomini biancovestiti intenti a raccogliere pietre di ogni grandezza e forma.

Spuntato il giorno, un mucchio enorme di pietre s’ergeva nei pressi della chiesa che i due frati volevano erigere, Dei notturni operai biancovestiti, nessuna traccia. Interrogati, i paesani risposero di non aver visto né udito nulla.

Chiesa di S. Antonio già convento dei frati conventuali
Chiesa di S. Antonio già convento dei frati conventuali
Interno della chiesa
Interno della chiesa