Pizza con il pomodoro In evidenza

Moltiplicazione delle Patate
Incredibile è la moltiplicazione di queste piante bulbose. Trovasi negli Annali di Agricoltura di Young, che a Gio. Kiroy tanto resero, che un acre di terreno gli fruttò 40 lire sterline. Trovasi anche nel Giornale di Toscana, che circa sei libbre di deboli patate poste in terreno magrissimo presso la Chiesa di Trespiano, smosso da diciotto mesi prima, alcune senza punto, altre con pochissimo letame, eppoi trascurate affatto fino al Dicembre, moltiplicarono fino in libbre 200 tutte belle e vigorose. Finalmente, per tacere di altri esempi lontani, trovasi nella bellissima Opera delle cose rustiche del P. Onorati, che nella Cava D. Orazio Casaburi nell'anno 1789 da misure 4 di patate ne raccolse tomola 10. Non faccia ciò maraviglia; giacché dal piede di questa pianta escon sotterra trenta, ovvero quaranta grosse radici. Quindi né meno dee far maraviglia, se dove si coltivano in grande le patate, non vi sieno mai carestie.

Caratteristiche

  • Immagine: Immagine
  • Ingredienti:
    • 450 g di pasta per pizza
    • 250 g di polpa di pomodoro a pezzettoni
    • 1 mazzetto di basilico
    • 2 rametti di origano
    • olio extravergine di oliva
    • sale
  • Preparazione:

    Scolate la polpa di pomodoro in un colino a maglie strette, in modo da eliminare la maggior parte del liquido.
    Dividete la pasta in quattro panetti e stendeteli con il matterello in modo da ottenere altrettanti dischi del diametro di 26-28 cm. Distribuitevi sopra la polpa di pomodoro lasciando sui bordi una zona priva di condimento. Cospargete con le foglioline di origano ben lavate e asciugate, salate, irrorate con un filo di olio e trasferite le pizze su due placche foderate di carta da forno. Cuocete nel forno preriscaldato a 250 °C per 20 minuti.
    Sfornate le pizze e trasferitele sui piatti individuali; cospargetene la superficie con qualche foglia di basilico ben lavata e asciugata e servite subito in tavola.

Altro in questa categoria: « Pane pugliese Peperonata »